Il Museo Capitolino: l’affermazione di un nuovo modello di museo nell'Europa del Settecento

WEDNESDAY 3 APRIL 18.00–19.30 

Eloisa Dodero (Musei Capitolini)

L’istituzione del Museo Capitolino con i due chirografi di papa Clemente XII del dicembre 1733 rappresenta un episodio di grande importanza nel panorama culturale dell’Europa del Settecento. Prototipo del museo moderno, per la razionalizzazione degli spazi espositivi, l’apertura al pubblico dei giovani artisti, la creazione di nuove figure professionali e la pubblicazione di cataloghi illustrati e guide per i visitatori, negli anni centrali del Settecento il Museo Capitolino costituisce una tappa immancabile nella Roma del Grand Tour e come assoluta novità viene percepito, tra gli altri, da Jean-Jacques Barthélemy e Johann Joachim Winckelmann. Questa presentazione intende ripercorrere i momenti fondamentali della storia più antica del Museo Capitolino, dall’atto fondativo del 1733, maturato nella necessità di salvare la collezione del cardinale Alessandro Albani dal rischio di una rovinosa dispersione, al trauma della partenza per Parigi dei capolavori capitolini all’indomani del Trattato di Tolentino del 1797.


CITY OF ROME LECTURE SERIES