Il Comizio dei Re

Tuesday 17 January, 9.00–18.00

Workshop organised in collaboration with the Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano and L’Area Archeologica di Roma Palatino-Foro Romano, and La Sapienza.

La giornata di studio ‘Il Comizio dei Re’ è dedicata alla presentazione dei nuovi e importanti dati emersi dallo scavo condotto dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’Area Archeologica Centrale di Roma in occasione della messa in sicurezza del complesso monumentale del Comitium — Niger Lapis. Si tratta di un luogo di fondamentale importanza per la storia politica ed istituzionale di Roma antica. Nel comizio si riuniva l’assemblea del popolo per conferire al re l’imperium, il supremo potere di comando militare, prender parte alla celebrazione dei processi criminali, presenziare all’inaugurazione dei re e dei sacerdoti maggiori e a tutti quegli atti di diritto privato, quali, ad esempio, il testamento e l’adozione di un pater familias, che avevano incidenza sull’assetto giuridico, religioso ed economico delle familiae e delle gentes.

La collaborazione, avviata ormai da anni, dal Dipartimento di Scienze Giuridiche della Sapienza con la Soprintendenza e la British School at Rome – sia attraverso la partecipazione congiunta a progetti di ricerca di Ateneo sia grazie all’Accordo di Collaborazione Scientifica per la realizzazione del Progetto di interesse nazionale patrocinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dedicato ai Loca rei publicae administrandae del Foro Romano – ha reso possibile integrare competenze diverse e offrire agli studiosi una lettura a tutto tondo, comprensiva anche degli aspetti politici ed istituzionali che sono funzionalmente prevalenti. Non è infatti un caso che proprio nell’area del Comizio sia stata rinvenuta la più antica ‘legge regia’ datata alla metà del VI secolo a.C. e ancora in situ. L’impiego delle moderne tecnologie di indagine (Laser Scanner 3D) ha consentito di mettere a punto una nuova edizione dell’iscrizione che ha permesso di acquisire ulteriori elementi di conoscenza sulla natura e il contenuto di questa antica statuizione.

All’incontro partecipano gli archeologi della Soprintendenza che hanno condotto lo scavo diretto da Patrizia Fortini e studiosi della British School at Rome, delle Università di Roma Sapienza, dello IULM di Milano, di Girona e dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana. A conclusione dei lavori è prevista una tavola rotonda con alcuni tra i maggiori esperti di Roma arcaica.

POSTER

PROGRAMME